EDITORIALE

"Bfree", un nuovo laboratorio per raccontare la realtà

di Eugenio Tangerini

Si può fare giornalismo ed essere liberi? Esiste una verità oggettiva? O il lavoro del giornalista è piuttosto quello di tendere a raggiungerla, in modo onesto e consapevole?
Belle domande, a cui è difficile dare risposte. Al punto che abbiamo smesso di porcele, e forse è questo uno dei motivi per cui le fake news dilagano nell'epoca della nuova normalità, fatta di pochi slanci ideali e di molte contrapposizioni violente. 
Che fare, allora? Senza avere la presunzione di trovare facili soluzioni, forse si può semplicemente tornare a lavorare su questi temi, partendo soprattutto dai giovani. 
Ecco il senso di una nostra iniziativa chiamata non a caso “Bfree”, dove la B iniziale si può leggere come iniziale di BPER, certo, ma evoca anche il verbo essere in inglese, e comunque fa riferimento al coraggio (intellettuale) di essere liberi.
Tutto è nato dal rapporto con Professional Datagest, una scuola di formazione ma ...
Leggi tutto

Il magazine è disponibile con periodicità trimestrale in formato PDF. Scarica l'ultimo numero: